Contatti:

+43/1/877 77 75
 
Wunschbaby Institut Feichtinger

Paolo (39) e Chiara (32)

Siamo insieme da otto anni, sposati da cinque e subito dopo il matrimonio abbiamo iniziato a pensare di avere un bambino. Non ci facevamo troppi problemi per il fatto che non arrivava subito. In fondo sapevamo che all'inizio era bello anche stare noi due da soli. Abbiamo entrambi professioni interessanti, in cui possiamo esprimerci al meglio e che ci fanno anche viaggiare molto. E questo è stato il primo consiglio della dottoressa di Chiara: "Deve fare una vita un po' più tranquilla, poi vedrete che rimarrà incinta". Lei rallentò così con il lavoro e anch'io ridussi un po' lo stress. Fu un periodo bellissimo con molti viaggi ma l'ansia cresceva a vista d'occhio. Adeguavamo la nostra vita sessuale sempre più al desiderio di concepimento e non più al nostro piacere. Un comportamento che non faceva bene all'amore.

Prima che la voglia di avere un bambino prendesse del tutto il sopravvento sul nostro rapporto, decidemmo di sottoporci entrambi a dei controlli. Un'amica di Chiara aveva avuto da poco due gemelli, era rimasta incinta durante una vacanza a Vienna. Con un sorriso compiaciuto confessò che non era stata l'aria di Vienna a farla restare incinta e parlò del Professor Feichtinger del Wunschbaby-Zentrum. Non solo parla perfettamente italiano, ma offre anche le tecniche più moderne consentite dalla legge austriaca. Visto che in Austria è possibile attendere più a lungo prima di impiantare gli ovociti fecondati, è possibile monitorare meglio lo sviluppo e impiantare così gli ovociti più promettenti. Tutto questo bastò a farci decidere di partire per Vienna.

Dopo i primi controlli fu chiaro che io producevo troppi pochi spermatozoi e che non avevamo praticamente quasi nessuna chance di concepire un figlio per vie naturali. E così ci decidemmo per una ICSI. Il più bel souvenir del nostro soggiorno a Vienna è già qui che sorride felice.

Marina, nata il 13. 01.